INFOLINE: +39 045 7255888    

La primavera non è ancora nell’aria, ma qualche piccolo segnale c’è già. Arrivano nuovi prodotti che annunciano la fase calante dell’inverno e l’arrivo della stagione calda. Febbraio, per la frutta e verdura di stagione, è un mese magico. Lo avevamo intuito dalle prime mammole, o cimaroli o carciofi romaneschi, visti negli ultimissimi giorni di gennaio. Ora per il carciofo inizia il momento magico che durerà fino a marzo e ad aprile.
 

Questo l'elenco dei prodotti di stagione a FEBBRAIO


ORTAGGI:

aglio
coste
broccoli
broccoli romanesco
carciofi
cardi
carote
cavolfiori
cavolini di bruxelles
cavolo cappuccio
cavolo verza
catalogna
cicorino da taglio (cicorino)
cipolle
finocchi
frutta in guscio
indivia
lattuga
legumi secchi
melone d’inverno
patate
porri
radicchio
rape
scalogno
sedano
sedano rapa
topinambur
spinaci
valeriana (molesini)
zucca


FRUTTA:

arance
clementine
kiwi
limoni
mandarini
mele
pere
pompelmo

 

AROMI:

alloro
prezzemolo
rosmarino
salvia
timo


 

Clicca qui per ricevere il nostro listino (senza impegno!)
 
Carciofi

Alla giudia, alla romana, bollito, fritto, al forno o in padella: il carciofo romanesco è uno degli ingredienti più genuini e leggeri della gastronomia italiana. Si riconosce dalla forma tonda ed è più facile da pulire anche grazie all’assenza della peluria interna.

Per cucinare i carciofi romaneschi c’è anche un modo semplice e sfizioso: i carciofi lessi. Si pela la parte finale del gambo e si tolgono solo pochissime foglie esterne. Poi si fanno bollire i carciofi così come sono, senza tagliarli, in acqua salata per almeno un’ora. Nel frattempo, in una ciotolina, si prepara un’emulsione a base di olio extravergine d’oliva, aceto balsamico, sale e pepe. Si servono i carciofi interi e, quando saranno tiepidi, i commensali potranno iniziare a staccare le foglie, immergendole nel ciotolino con l’olio (aggiungendo, se si vuole, anche un goccio di succo di limone) e poi succhiandole. Una tira l’altra! Fino al raggiungimento del cuore del carciofo, da gustare come trionfo finale.

 

Bietole e cavolini di Bruxelles
Mammole a parte, febbraio è però ancora un mese invernale. Ce lo conferma il regno ancora incontrastato dei cavoli, dalla verza a quelli romaneschi, dai broccoli ai cavolfiori. E poi ci sono loro, i cavolini di Bruxelles: sono i germogli di una varietà di cavolo che cresce anche da noi in Italia, particolarmente gustosa e ricca di vitamine A e C, ferro, potassio e fibre. Tra la verdura di stagione da ricordare anche le bietole; buone anche le cime di rapa, anche se il periodo migliore pare ormai alle spalle. Tra le altre verdure di stagione ricordiamo anche la cicoria, la zucca, il radicchio, il finocchio, il porro e la rapa.

Per quanto riguarda la frutta a febbraio largo spazio agli agrumi, ricchi di vitamine, acqua e minerali, rimineralizzanti per il nostro organismo.  Le arance combattono le vene varicose e i semi di pompelmo possono essere usati per preparare un estratto dall’azione antibiotica,  i limoni contengono una ricca quantità di acido citrico e altri nutrienti preziosi.

I carciofi in 5 ricette (da "La Cucina Italiana")
clicca qui per le ricette